Ciao, nell’articolo precedente ti ho parlato della Libertà Finanziaria (se vuoi rileggerlo clicca qui) e di quanto la consideri parte di un percorso più ampio dove i Tax Lien sono per me uno degli aspetti più importanti.

Oggi invece voglio introdurre due concetti importanti il cui significato non è sempre così chiaro.

Attivi e Passivi: cosa sono e come crearli.

Lasciando andare tutte le personali interpretazioni che ora stanno galoppando nella tua mente, a mio avviso, il modo più semplice per spiegarlo è questo.
Gli Attivi sono cose o azioni che ci portano soldi in tasca, mentre i Passivi sono cose o azioni che ci tolgono i soldi dalle tasche.

Ti sembra chiaro?

Fai una riflessione la tua casa di proprietà è un attivo o un passivo?

Hai risposto attivo vero? Sbagliato, è un passivo!

La risposta non è proprio incoraggiante, lo so, la tua mente starà dicendo: “Marco mi sta dicendo una stupidata!” Invece no anche perché se ricordi la storia di Lehman Brothers, proprio questa risposta fu la causa della bolla immobiliare dei mutui Subprime, che fece crollare il mercato americano e alcune grosse banche d’affari.

Ora ti è chiaro che per arrivare alla libertà finanziaria, ogni mese gli attivi dovranno produrre più denaro di quello che usano i passivi?

La nostra economia personale non è molto diversa da quella di un’Azienda.

I guadagni delle vendite dovranno essere maggiori dei costi di produzione. Giusto?

Vorrei analizzare con te la situazione economica di un dipendente:

Nello schema sopra ho introdotto una parola nuova, Cash Flow (flusso di cassa); questa è la parola più importante per il tuo percorso verso la libertà finanziaria, quindi d’ora in poi la tua nuova mission sarà: come aumentare sempre di più il Cash Flow. Nello schema le entrate derivano solo dalla busta paga cioè dal lavoro da dipendente e come nella maggior parte delle famiglie, la busta paga basta appena a pagare le spese correnti della famiglia (affitto casa, cibo, tasse ecc.). In questa situazione economica, senza focalizzazione sull’aumento del Cash Flow, la via della libertà finanziaria ha davanti un muro insormontabile.

Vediamo ora la situazione di una famiglia che acquista la casa di proprietà:

Nel nuovo schema , nonostante uno stipendio più alto, la situazione non è migliorata, scegliendo di acquistare una casa per viverci, si è creato un passivo. Il mutuo della casa preleva dal conto corrente 500€ al mese, che contribuisce ad aumentare le spese e, per sopravvivere, sarà necessario avere una busta paga o un reddito da lavoro più alto.
In queste due situazioni lo sforzo è concentrato solo sull’aumento della busta paga cercando di ottenere un lavoro migliore o un avanzamento di carriera, ma, tirando le somme, lo stipendio è sì aumentato ma sono aumentate anche le spese e il cash flow risultante sarà sempre e comunque basso o addirittura pari a 0.

Vediamo ora invece come dovrebbe essere la situazione economica di una persona che ha l’obiettivo di raggiungere la libertà finanziaria:

Hai notato che c’è una sostanziale differenza? Lo sforzo in questo caso è concentrato sulla creazione di attivi, le entrate non derivano più da una sola fonte, come nei casi precedenti, ma da più fonti, da più attivi, in questo modo quando il reddito prodotto dagli attivi sarà uguale o maggiore delle uscite, indipendentemente dai valori raggiunti, avremo conquistato la tanto agognata libertà finanziaria.

Il nostro sistema di generazione del denaro sarà in funzione degli attivi prodotti e se saranno indipendenti dalla nostra azione, avremo più tempo per dedicarci alla famiglia, alle nostre passioni, insomma il nostro tempo sarà infinito, il nostro sistema di generazione del reddito lavorerà per noi e noi dovremo solo decidere come impiegare il tempo, e se posso darti un consiglio, dedica parte di questo tempo agli altri, insegnando loro quello che abbiamo imparato per migliorare la vita a quante più persone possibili.

Ma che tipo di attivi dobbiamo avere e soprattutto come facciamo a crearli?

Leggendo i libri di persone che sono diventate ricche, come Robert KiyosakiHarv Eker e Marc Allen, ma anche di altre come Donald Trump, ho notato che ci sono sempre 3 tipi di attivi che loro hanno creato.

 

 

Società, tutti hanno fondato una società e sono diventati imprenditori.

Immobili, tutti hanno investito nel settore immobiliare non tanto per rivenderli, ma per renderli produttivi (affitti), per produrre cash flow. Nel nostro caso i Tax Lien sono strumenti straordinari per generare cash flow.

Trading, tutti hanno imparato tecniche di trading non tradizionali, non si sono limitati a comprare azioni, ma hanno imparato come utilizzare i nuovi strumenti finanziari più redditizi e meno rischiosi, come le Opzioni e i Futures, per generare altro cash flow.

Infine voglio segnalarti un quarto tipo di attivo molto importante: le Materie prime, tutti questi uomini di successo, hanno protetto parte del patrimonio acquistando oro fisico, argento o pozzi di petrolio, tutti beni che in caso di crisi mantengono sempre il loro valore.

Questo sarà il tuo punto di arrivo! Dovrà essere il tuo obiettivo, d’ora in avanti, per intraprendere il percorso verso la libertà finanziaria, devi iniziare a crearti degli attivi che rendano almeno il 10% annuo, al di sotto di questa rendita i tuoi soldi sono “dead money” soldi morti. Mi rendo conto di darti una notizia che potrebbe lasciarti basito ma è la verità, con i rendimenti a cui si è abituati in generale, non si va da nessuna parte.

Mi immagino il tuo pensiero! “E’ vero che non vado da nessuna parte ma almeno non perdo i soldi!

Ne sei proprio sicuro?. La conservazione del tuo patrimonio è fondamentale e importantissima e per questo devi essere totalmente consapevole di quello che stai facendo. Per diventare un investitore sofisticato, devi imparare a proteggere il tuo patrimonio e ad avere rendimenti maggiori; iniziando con un passo alla volta e un primo passo, uno dei più abbordabili, è il Tax Lien, perché non comporta un grande investimento iniziale, come potrebbe essere fondare una società o comprare direttamente immobili. Con i Tax Lien è necessario solo iniziare a imparare, possibilmente dai migliori e replicare quello che fanno; in questo modo passo dopo passo, con i profitti guadagnati dalla nuova capacità, potrai iniziare a diversificare: investire e nel trading in opzioni e Spread trading sulle Commodities e successivamente in immobili in Foreclosure e generare così nuovi attivi; sino ad arrivare alla tanto meritata Libertà Finanziaria.

Adesso hai visto la differenza tra Attivi e Passivi e spero che le mie parole ti abbiano aiutato a fare un po’ d’ordine tra quelle idee che magari già albergavano nella tua mente e che i concetti esposti ti abbiano dato una direzione più chiara di cosa vuoi raggiungere; ora spetta a te, ricordati che il mondo è pieno di sognatori, ma il mondo ha bisogno di persone che agiscano!

Senza l’azione si rimane ciò che si è sempre stati.

Se vuoi rileggere l’articolo sulla Libertà Finanziaria, clicca qui.

Alla prossima, Marco