Non smetterò mai di ripetere quanto sia importante fare le opportune ricerche prima di acquistare un immobile tax deed, non sto parlando solo della situazione debitoria del proprietario dell’immobile ma sopratutto della zona in cui si trova l’abitazione.

Sbagliando si impara.

Personalmente, ho fatto questo sbaglio una sola volta nella vita ed è stata con la mia prima abitazione che comprai per abitarci con mia moglie. A quel tempo non ero ancora sposato e conobbi mia moglie appena un anno prima. la fretta, l’inesperienza e la voglia di acquistare una casa tutta nostra ci giocò un brutto scherzo. Ascoltai il geometra che ci fece vedere l’appartamento e che mi elenco tutti i pregi dell’immobile che sembravano non finire mai.

“case cosi non ne fanno più” mi disse con tono fiero e risoluto.

L’appartamento si trovava in una piccola zona residenziale in un piccolo paese di provincia, zona tranquilla a pochi minuti di macchina dalla città.

Quando feci notare che la zona era per metà in costruzione e che mi sembrava che i lavori fossero fermi da un po’ mi disse che avrebbero riperso i lavori da li a poco e che tutta la zona sarebbe terminata da li a circa 1 anno.

A quel tempo ero più ingenuo di adesso e soprattutto non avevo le informazioni e l’esperienza nel settore immobiliare che ho ora, credetti sulla parola il geometra. Come potete immaginare la cosa non andò a buon fine. I lavori a distanza di più di 10 anni sono ancora in attesa di essere ultimati. La ditta è fallita, la zona è un cantiere a cielo aperto e per giunta sono venuti ad abitare anche persone poco raccomandabili. L’appartamento non si vende, se non svendendolo, rimettendoci parecchi soldi.  Dove ho sbagliato?

Semplice, non ho fatto le dovute ricerche prima di acquistare l’immobile.

Con il passare degli anni ho imparato molte cose sul mercato immobiliare Italiano e Americano anche se sembrano mercati molto diversi, ci sono molte similitudini.

Ora prima di investire in tax lien e tax deed, faccio accurate ricerche nella zona dove intendo acquistare. Ogni volta che decido di investire in un posto nuovo seguo un mio collaudato metodo per ottenere informazioni e capire in quale parte della città è meglio concentrare le mie ricerche.

Inizio sempre con questi 3 step iniziali:

step #1 faccio una ricerca preliminare su Google e cerco maggiori informazioni sullo stato, sulla contea e cerco dati sull’occupazione, sullo sviluppo economico e sulla crescita demografica della zona in cui si trova l’immobile. Poi mi concentro sulla città con una crescita economica più accentuata. Cerco stanziamenti di fondi per scuole, infrastrutture, e investimenti immobiliari, nuove lottizzazioni e costruzioni di centri commerciali e uffici.

Step #2 Nella seconda fase, fisso appuntamenti con persone che faranno parte del mio team sul posto. Property managers, comercial brokers, commercial lenders, city officials. Racconto quello che so sulla città e chiedo conferma o meno sulle mie convinzioni. Chiedo quali sono le aziende che impiegano più persone in quella zona. Spiego quali sono i miei obbiettivi e chiedo loro quali sono i migliori commercialisti, avvocati, realtor della città. Quando lascio la città ho già un quadro molto chiaro della situazione economica e alcuni nomi di professionisti da contattare per creare una squadra di persone con cui lavorare.

Step #3 Chiamo tutte le persone che mi sono state consigliate e faccio loro più o meno le stesse domande, cerco di capire se le informazioni che ho raccolto sono corrette o errate. Chiedo loro se mi possono consigliano siti web rilevanti dove poster reperire informazioni utili. Mi iscrivo a diverse newsletter di realtors nella zona, sono una fonte inesauribile di informazioni, ti arrivano senza che tu le debba chiedere e soprattutto sono gratis.

Vi potrò sembrare paranoico, ma vi posso assicurare che questo è un metodo straordinario per conoscere a fondo il territorio in cui volete investire e acquistare immobili che si rivaluteranno nel tempo e che non resteranno mai sfitti. Il mio mentore Americano Steve me lo ripete in continuazione:

Il mercato è più importante della proprietà!

Penso spesso che se avessi fatto il tipo di ricerca che faccio ora sulla mia prima casa molto probabilmente non l’avrei mai acquistato. Troppe persone continuano a considerare l’acquisto della propria casa come un investimento sicuro che sempre si rivaluterà nel tempo. Niente di più sbagliato. Servono I fondamentali, ricerca e un prezzo ben al di sotto del prezzo di mercato perché un immobile si possa considerare un buon investimento.

Personalmente sono dell’idea che acquistare una casa per viverci è sbagliato a prescindere. Se poi la comprate accendendo un mutuo con la banca avete fatto una vera e propria cagata. La casa di proprietà non è un attivo, ma un passivo. Vi toglie i soldi dalle tasche (leggetevi Kyosaki). Dovete imparare assolutamente la differenza tra debito buono e debito cattivo.

Un debito buono vi mette soldi nelle tasche, invece un debito cattivo vi toglie soldi dalle tasche. Se fate bene i conti di quello che spendete per l’acquisto ed il mantenimento della vostra casa, vedrete che il discorso di Kyosaki non fa una piega.

Per ora vi saluto, mi farebbe piacere il vostro parare al riguardo, scrivetemi qui sotto.

Buon profitto a tutti, ciao.

Emanuel Wijkhuisen